Sicuramente saprete che da sempre Sacom agisce nel totale rispetto della Natura, producendo fertilizzanti naturali che preservano il suolo e le piante stesse.

E’ per questo che vogliamo riportare una notizia arrivata dalla Francia in cui per la prima un nutrito gruppo di ricercatori, medici, politici e rappresentanti di Ong ha rivolto un appello al governo, sollevando a gran voce il problema dell’uso, anzi dell’abuso, dei pesticidi chimici in agricoltura.

Il gruppo ha proposto il cosiddetto “appello di Montpellier”, una vera e propria petizione per chiedere alle autorità pubbliche di ridurre il ricorso ai pesticidi e, dove possibile, proibirlo totalmente.

I firmatari della petizione riconoscono gli sforzi già fatti in Francia nel settore (dal 1998 infatti c’è stata una drastica diminuzione nella vendita di pesticidi) ma ritengono “allarmante il fatto che ormai da tre anni la flessione si sia arrestata”.

Nei mesi scorsi un organismo pubblico, il Commissariato generale per lo sviluppo sostenibile, ha presentato i risultati preoccupanti di un’inchiesta: il 90% dei corsi d’acqua francesi è caratterizzato da “una presenza generalizzata” di pesticidi.

Nel giugno scorso l’Istituto nazionale della salute e della ricerca medica (Inserm) aveva evocato “una forte presunzione del fatto che i rischi di malattie come quelle neurodegenerative o certi cancri, come quello del sangue, siano resi maggiori dall’esposizione ai pesticidi.

Si tratta di quella diretta per i lavoratori agricoli o nel caso di persone che risiedano nei pressi di aree dove i prodotti siano utilizzati in misura massiccia. Ma ormai si comincia a puntare il dito anche sulla possibilità di residui negli alimenti.

Preservare noi stessi significa anche preservare la Natura, riducendo al massimo l’uso di pesticidi chimici e il loro impatto ambientale, ma soprattutto preferendo prodotti biologici che si prendano cura della Natura…naturalmente!